Una recinzione in via Nenni per evitare un parcheggio selvaggio

RIVALTA – Quello che è stata per tanti una piacevole inaugurazione si è trasformata in parcheggio selvaggio per il consigliere comunale Marzia Lenta che ha pensato di indirizzare ai Sindaco e ai Consiglieri comunali,  alla Polizia locale e ai Carabinieri di Orbassano una lettera di denuncia. “L’increscioso fatto è avvenuto in data 12.06.16 sulla mia proprietà in via Nenni 23, in occasione dell’inaugurazione del giardino pubblico della via, attiguo alla via di accesso alla mia abitazione – si legge infatti nella lettera – Infatti, nonostante la presenza dei Signor Sindaco e di membri della giunta Comunale e del Consiglio Comunale è stato permessa alle persone accorse all’inaugurazione l’invasione dei terreni privati di mia proprietà a confine del giardino e della strada di mia proprietà, nonostante il cartello in cima alla strada indicasse chiaramente Proprietà privata vietato l’accesso ai non residenti”.  Di conseguenza, spiega ancora il consigliere Lenta,  il viale di sua proprietà è risultato letteralmente invaso da macchine e persone di ogni età “Che hanno calpestato l’erba che a me serve per l’allevamento dei miei animali arrecandomi dunque un danno economico che mi riservo di quantificare al Comune di Rivalta”. E cosa ancor più grave, dice Lenta, “Non posso tralasciare il rischio che ho corso di investire con la mia macchina le persone che erano sulla mia strada quando tornando a CASA MIA ho trovato persone e bambini che camminavano ed andavano in bici nella MIA strada”. Detto ciò, il Consigliere chiede di sapere quali provvedimenti l’Amministrazione intenda prendere per evitare il ripetersi dell’accaduto, a esempio recintando il parco giochi pubblico perché, altrimenti “Adirò le vie legali per tutelare i miei diritti”. A Marzia Lenta risponde il sindaco Mauro Marinari precisando che una recinzione è a difesa di una proprietà privata, mentre lo spazio pubblico, proprio perché tale, non deve essere recintato se non in presenza di problemi particolari. “È perciò il consigliere a dover provvedere a una recinzione con cui delimitare la sua proprietà. – precisa ancora il sindaco – Lei e altri proprietari tenuti da Regolamento Edilizio a recintare le proprietà, mentre il Comune deve garantire il bene comune e l’interesse pubblico”.