Una vecchia “Locomotiva” accanto a nuovi e moderni treni

 

GRUGLIASCO – Ha una sede l’opera scultorea intitolata “Locomotiva”, realizzata dall’artista grugliaschese Rocco Carini e installata grazie all’impresa grugliaschese di Giuseppe Gisabella sas e all’architetto Marco Piovano. I lavori eseguiti presso la fermata ferroviaria in corso Adriatico hanno riguardato la realizzazione di un basamento in cemento per poter fissare la struttura atta a sostenere l’imponente opera di quasi 200 chilogrammi. L’inaugurazione, giovedì 28 aprile alle ore 11 in corso Adriatico angolo viale Radich, vedrà la grande “Locomotiva” tutta in ferro e lavorata a mano collocata sui binari e sulla struttura alla presenza degli studenti della scuola King di borgata Paradiso. «Dopo la pensione – spiega Carini che deve all’attività di carpentiere l’amore per il ferro – ho iniziato a realizzare locomotive, carrozze, macchine e Vespa d’epoca, costruite completamente a mano, in fil di ferro intrecciato. Opere che non riprendono fedelmente quelle originali, ma realizzate secondo la mia creatività». «L’idea di collocare una locomotiva proprio alla fermata Fs di Grugliasco – spiega il sindaco Roberto Montà – è nata dall’incontro tra l’Amministrazione e l’artista. Lui appassionato di locomotive e noi con una fermata ferroviaria da abbellire. Il contrasto tra treni moderni, quelli veri che transitano sulla linea ferroviaria Torino Modane, e treni d’epoca – l’opera a carbone di Carini –  rende ancora più curioso questo connubio». All’inaugurazione saranno presenti 150 bambini delle classi terze e quarte della scuola primaria King e le loro insegnanti coordinati dalla preside Elena Sorrisio, il sindaco Roberto Montà, il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Luigi Musarò, l’assessore alla cultura Pierpaolo Binda, l’artista e scultore Rocco Carini, un delegato di Trenitalia Piemonte e le associazioni di quartiere di borgata Paradiso. La mattinata sarà animata da Enricus e dai suoi aiutanti. Per l’occasione il negozio La Foglia Matta di via Da Vinci consegnerà ad ogni bambino una mela, un modo per fare merenda in maniera salutare, mentre l’amministrazione ringrazia Michele Gesù, direttore del negozio In’S della fermata ferroviaria di viale Radich per la preziosa collaborazione.