Turismo outdoor: l’Unione Montana Bassa Valle di Susa incontra gli operatori del settore giovedì 28 settembre L'Assessore Emanuela Sarti: "Lavoriamo per avviare tutti insieme, tecnici, consulenti dell'Unione e imprese, le strategie di sviluppo turistico e marketing territoriale"

Cicloturismo: mountain bike in Bassa Valsusa (Foto www.menatwokstudio.to)Cicloturismo: mountain bike in Bassa Valsusa (Foto www.menatwokstudio.to)

BUSSOLENO: Costruire una rete di percorsi outdoor, per biciclette ed escursionismo e una rete di imprese turistiche specializzate sul territorio: questo l’obiettivo strategico dell’Unione Montana (Bassa) Valle di Susa sul quale sono al lavoro la direzione politica e  i tecnici incaricati dall’Unione: la società Fourtourism di Joseph Ejarque,  e la Struttura, la Struttura operativa interna DMO (Destinatination Manager Organisation).

Un lavoro in cui però è necessario credano e investano le imprese turistiche: e la creazione di una rete di imprese sul territorio che si integrino alla strategia di marketing di territorio
attraverso la strutturazione dei percorsi bike e walking è l’argomento di una giornata di lavoro comune a cui l’Unione con un appello indirizzato a chi operi nel turismo e nel settore dell’accoglienza in Bassa Valsusa.

Non è questo il primo appuntamento, ne sono sono già stati organizzati quattro, ma vuole essere un momento di informazione reciproca per dare il via ad una forma organizzata e strutturata dell’offerta turististica outdoor e della sua promozione.

Giovedì 28 settembre a Bussoleno l’incontro operativo con gli operatori economici

Nell’incontro verranno presentati a tutti gli operatori interessati al percorso di sviluppo turistico, i requisiti standard per ogni rete di filiera, diversificati a seconda dell’offerta: l’adesione sarà gratuita ma richiederà infatti il rispetto di determinate caratteristiche.

Alla chiamata sul fronte di costruzione del tessuto d’impresa turistiche che andranno a costituire poi il cuore del sito turistico www.valsusaturismo.it sono chiamati ristoratori, hotel, case per ferie, campeggi, rifugi, b&b, ecc.

“Questo impegno che deve essere di tutti i soggetti della filiera,  per la visibilità della Valle di Susa come destinazione turistica  – spiega l’Assessore al turismo e sindaco di Condove, Emanuela Sarti – sarà incrementata attraverso i canali di comunicazione, a partire dal sito web e fino a iniziative promozionali legate ai canali social più utilizzati come Facebook, Instangram e Youtube, per poi passare ad altre iniziative e strategie di marketing. Ma è necessario che l’offerta di accoglienza veda l’impegno concreto degli operatori per costruire una filiera di rete e di qualità dei servizi.

In questi mesi, avvalendoci della consulenza dell’agenzia Fourtourism, abbiamo analizzato la potenzialità turistica del territorio e identificato un posizionamento legato all’outdoor: la Valle di Susa si configura competitiva ed attrattiva, tuttavia sappiamo che per guadagnarsi la reputazione di destinazione slow delle Alpi è necessario essere presenti sul mercato turistico con  proposte ed offerte credibili e “spendibili” sul mercato.

Per poter far crescere tale mercato è necessario che tutti gli operatori siano consapevoli delle proprie potenzialità, non solo come singoli ma come reti di impresa nell’ambito dei prodotti bike e walking. E’ una strategia che va costruita insieme, pubblico e privati”.

Come partecipare all’incontro?

Al fine di venire incontro alle esigenze di tempi e orari di tutti sono previste due sessioni di incontro,  una mattutina e una  pomeridiana: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 presso la Sala Esterna dell’Unione Valle Susa a Villa Ferro in Via Trattenero 15 a Bussoleno.

Dall’Unione invitano a confermare la presenza indicando la scelta della sessione e a confermarla  inviando una mail a: [email protected]

Mercoledì 27 settembre anche un incontro per la filiera dei prodotti a Marchio Valsusa

Nell’ambito delle azioni di valorizzazione della Via Francigena, l’Unione è stata inviata a partecipare alla Fiera del Tartufo di San Miniato, nel pisanoa novembre con l’opportunità di promuovere il territorio della Valle e i prodotti locali a marchio Prodotti Valsusa. L’incontro organizzativo con gli operatori interessati è fissato per mercoledì 27 settembre alle ore 16.00 in Unione Montana.

Le iniziative in corso sulla Bikearea Valle Susa e sull’escursionismo

l’Unione Montana ha da mesi avviato concretamente un programma di attività di pianificazione e progettazione dei percorsi per biciclette da starda e mountainbike  e per l’escursionismo alpino in generale e, ovviamente per l’inserimento degli assi Moncenisio e Monginevro nella rete ufficiale delle Vie Francigene, lavoro quest’ultimo svolto in sinergia con le strutture Montagna e Turismo della Regione Piemonte.

“In questo senso è stato il recente incontro di Pavia – dice ancora la Sarti per far conoscere il progetto Bikearea e la Valle di Susa. Questo si somma alla condivisione con FIAB del progetto della Ciclovia AIDA, “Alta Italia D’Attraversare!” Una suggestione di percorso  che vuole accompagnare i cicloturisti per 900 km dal Moncenisio a Trieste; dalla Francia all’Istria, che a inizio giugno è partita dalla Valsusa.

Si tratta di un progetto della FIAB Onlus, inserito in Bicitalia. La FIAB è un’organizzazione ambientalista che ha come finalità principale la diffusione della bicicletta – la mobilità sostenibile – quale mezzo di trasporto ecologico, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente urbano ed extraurbano. Noi colloboriamo già attivamente con le associazioni localai inserite in questa rete, in particolare per sviluppare la pratica dell’escursionismo in bicicletta, vale a dire di una forma di turismo slow particolarmente rispettosa dell’ambiente.

La realizzazione della Ciclovia Via Francigena è un progetto chiave della nostra Unione Montana, sul quale stiamo investendo molto in progettazione per arrivare a breve alla sua concreta realizzazione”.