Valanga di Farindola: Daniela Ruffino propone un encomio ufficiale ai soccorritori Ruffino (FI): "Dalla Regione un riconoscimento alla straordinaria opera dei soccorritori piemontesi"

giaj-arcota-soccorso-valanga

TORINO – “I soccorritori piemontesi che stanno compiendo la loro preziosa opera a Farindola, per salvare vite umane, meritano il ringraziamento e il plauso da parte della intera comunità piemontese. Chiedo pertanto ai presidenti di Giunta e Consiglio regionale di attribuire loro un encomio ufficiale della Regione Piemonte”.

E’ questa la proposta di Daniela Ruffino (FI) , in relazione all’opera di soccorso prestata nella drammatica vicenda della valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano.

“Da parte mia, in quanto giavenese, – aggiunge Ruffino – rivolgo un particolare apprezzamento al lavoro eccezionale del mio concittadino Luca Giaj Arcota, presidente del soccorso speleologico piemontese. Ritengo che a lui e a tutta la squadra piemontese, anche l’Unione dei Comuni Valsangone di cui Giaj Arcota è cittadino e volontario da anni, non possa non attribuire un riconoscimento.”

“Come già in tante occasioni del passato, in cui le calamità naturali nella nostra o in altre regioni hanno messo in pericolo la vita delle persone, – conclude Rufino – il mondo della protezione civile e del volontariato piemontese, anche questa volta ha dimostrato grande coraggio e professionalità. Tutti i volontari piemontesi che si sono distinti per impegno e abnegazione in questo momento drammatico, così come nelle aree terremotate del Centro Italia, devono sentire la vicinanza dei Piemontesi, in primo luogo da parte delle istituzioni”.