Valgioie: intervista al neo eletto sindaco Claudio Grosso Grosso: "Tra le priorità la gestione dei fondi Ato per interventi sul territorio."

Il Sindaco di Valgioie Claudio GrossoIl Sindaco di Valgioie Claudio Grosso

VALGIOIE – E’ Claudio Grosso il nuovo sindaco di Valgioie: la sua lista “Valgioiesi per Valgioie” ha vinto le amministrative dello scorso 11 giugno con 211 voti, contro i 165 della Lega Nord (Stefano Olocco), i 91 di Cambiamo musica (Fulvio Oberto) ed i 5 del Nuovo Cdu (Giuseppe Cristini).

Intervistiamo dunque il neo eletto Primo Cittadino di Valgioie, che ci incontra in Municipio.

Come commenta le scorse elezioni?

Siamo soddisfatti del risultato delle elezioni, abbiamo ottenuto il 45% dei voti, confermando il risultato delle scorse amministrative, con la differenza che allora le liste erano soltanto due. Riteniamo di aver tenuto bene.

Cosa vi ha contraddistinti dalle altre liste, conducendovi alla vittoria?

La cosa che ci ha distinti è che la nostra è una lista totalmente civica, a differenza della lista della Lega che è civico-politica. Tuttavia riconosco che Olocco e la sua lista abbiano svolto un grande lavoro, in particolare con il porta a porta.  Altra cosa che a nostro parere è piaciuta ai Valgioiesi è che noi proveniamo tutti da Valgioie, io stesso sono da molti conosciuto sin da quando ero un bambino. Questo consente un contatto diretto ed una migliore comunicazione con i cittadini, che spesso incontrandomi per strada mi sottopongono le proprie questioni.

Com’è la Valgioie che si trova tra le mani a seguito del commissariamento del Comune?

A partire dal 14 giugno ho iniziato a venire in Comune per capire la situazione. C’è molto da fare, il commissariamento del comune non ha lasciato un disastro, ma è comunque tutto da impostare.

A quando il primo Consiglio Comunale di insediamento?

Il primo consiglio si svolgerà sabato 1 luglio alle ore 16.30, quando presteremo giuramento e verranno nominati gli assessori. Gli assessorati saranno due e due saranno i consiglieri delegati. Saranno gli assessori ad assegnare le deleghe ai consiglieri: abbiamo scelto di lavorare in questo modo al fine di snellire il processo. E’ nostra intenzione far lavorare tutti e 10 i candidati della nostra lista, non solo i 7 usciti a seguito delle elezioni. Inoltre abbiamo 2 o 3 collaboratori esterni che ci coadiuvano e che hanno già preso parte alle riunioni, poiché per noi la trasparenza è molto importante.

Quali ritiene siano le priorità da attuare per Valgioie?

Le cose più urgenti da fare riguardano la questione del medico, cui bisogna trovare dei locali, e la farmacia che non c’è più. Inoltre stiamo provvedendo alla risoluzione della questione Rai, rete che molti cittadini non riescono a vedere. Abbiamo preso contatti con un ingegnere Rai Way ed è stata avviata la procedura burocratica per il collegamento ad un traliccio situato a  Giaveno, dunque per settembre-ottobre il problema dovrebbe essere risolto.

Un impegno molto importate riguarda la gestione dei fondi ATO e dei finanziamenti Regionali: il commissario aveva fatto richiesta di fondi ed è arrivato il 100%  di quanto richiesto. Si tratta in totale di circa 450 mila euro che vanno contabilizzati in tempi brevi, perchè le scadenze sono impellenti. Essi verranno usati per interventi sul territorio che riguarderanno il parco giochi, le fognature e la messa in sicurezza della strada del Tortorello, della strada di frazione Bagagera e del Molino a seguito dell’alluvione.

Altri lavori sul territorio verranno posti in essere dai nostri 16 amici e ospiti Pakistani, che inizieranno un’attività di  volontariato per il Comune pulendo le cunette tra Braida e Molino in modo da consentire un corretto flusso dell’acqua.

Durante un consiglio dell’Unione dei Comuni Montani è emerso che Valgioie versa in una situazione di debito nei confronti dell’Unione: a quanto ammonta e quali saranno le azioni in merito?

Non ho ancora preso in mano il bilancio; indubbiamente il debito c’è, ma al momento non è quantificabile. In ogni caso il Commissario aveva già provveduto a definire un piano di rientro.

Quali saranno i prossimi appuntamenti a Valgioie?

Evento imminente è la Festa di San Pio che quest’anno non sarà in mano alla Pro Loco –  la quale  ha affermato l’intenzione di non voler collaborare con l’Amministrazione – e che pertanto sarà organizzata dal Comune con la collaborazione del Circolo Felice Maritano. La festa del Paese si svolgerà il 7, 8 e 9 luglio: il venerdì ci sarà una serata per i più giovani con un dj, il sabato il ballo liscio e la domenica ci sarà un concerto revival con un gruppo che esegue le cover dei Pooh e dei Nomadi. Altra festa tradizionale sarà Santa Rosa che avrà luogo al Braida l’ultima domenica di Agosto. Il 9 e 10 settembre ci sarà poi il 45° Campionato Nazionale A.N.A., una marcia di regolarità montana a pattuglie che si svolgerà per l’80% sul territorio Valgioiese (con Partenza da Valgioie e arrivo a Giaveno). E’ un evento molto bello cui prenderanno parte circa 400 atleti e che porterà sul nostro territorio numerosi visitatori. Inoltre gli Alpini puliranno i sentieri per l’occasione con un costo per il Comune pari a zero.

Salutiamo dunque il Sindaco, in attesa del prossimo Consiglio Comunale per scoprire come si comporrà la sua giunta e quali saranno i primi passi della neo eletta Amministrazione Grosso.