Valgioie: Olocco “sulla Pro-Loco Grosso vuole attaccare me personalmente” Replica del neoconsigliere di opposizione al Sindaco appena insediato

stefano-olocco

VALGIOIE – Il nuovo Consigliere comunale di opposizione Stefano Olocco replica alle parole del nuovo Sindaco Claudio Grosso sull’imminente festa di San Pio. Il Primo cittadino ha dichiarato in un’intervista al nostro giornale che la Pro-Loco “ha affermato l’intenzione di non voler collaborare con l’Amministrazione”.

“Accusa paradossale e ridicola”

Un addossare la responsabilità che per Olocco è “paradossale se non ridicolo”. E aggiunge: “trovo le accuse la solita scorciatoia per non affrontare le proprie responsabilità e un modo pessimo di iniziare un mandato da Sindaco”.

La Pro-Loco

Circa la Pro-Loco, prosegue, ci sono un Presidente, un Segretario e altri membri, oltre allo stesso Olocco “quindi semmai dovrebbe chiedersi il perché di determinate scelte e conseguentemente rivolgere le sue lagnanze al Presidente”. Poi il Consigliere, con una domanda sagace, si chiede “perché la Pro Loco valgioiese ha dovuto reclutare membri della vicina Giaveno. Chiedersi come mai di quelli che si sentono super valgioiesi doc nessuno si sia mai interessato della vita turistica e culturale del comune”.

“Una scusa per attaccare me personalmente”

Secondo il Segretario della Lega Nord Val Sangone “il Sindaco Grosso parla di collaborazione, ma in realtà cerca una scusa per attaccare me personalmente, come del resto ha fatto in tutta la campagna elettorale”.

“La campagna elettorale è finita”

Ho un concetto di collaborazione molto diverso – sottolinea – che passa innanzitutto dal rispetto e dall’idea di perseguire obbiettivi comuni. Su quella strada il Sindaco mi troverà sempre con la mano tesa, di certo non starò in silenzio dinnanzi a spudorate menzogne. La campagna elettorale è finita, il sig. Grosso ha assunto la carica di Sindaco, quindi è il momento di governare con serietà certo non quello di cominciare a scaricare responsabilità agli altri”.