Valgioie: un ‘alieno’ tra i candidati. Conosciamo Giuseppe Cristini Con il Nuovo Cdu concorre alle elezioni valgioiesi il prossimo 11 giugno

valgioie-giuseppe-cristini

VALGIOIE – Nel giorno del confronto “4 giornalisti per 4 candidatiL’Agenda.News incontra Giuseppe Cristini, che corre per la carica di Sindaco sotto il simbolo del Nuovo Cdu (Cristiani Democratici Uniti). Cinquantun anni, ragioniere, due figli, di origine torinese, da fine Anni Novanta ad Almese, dove ha un’agenzia immobiliare.

Perché sceglie Valgioie?

Per prima cosa perché ne ho degli ottimi ricordi: vi ho passato dei bei momenti da bambino. E poi è una piccola realtà, ma offre delle sfide interessanti, che possono essere anche una buona palestra per chi avesse ambizioni maggiori.

Le problematiche diventate centro anche della campagna elettorale non vi spaventano?

No. Certamente vi sono delle questioni, ma sono problematiche tipiche di un piccolo comune. E forse in questo senso il nostro punto di vista ‘alieno’ alla realtà valgioiese può essere un punto di forza, perché i problemi non sembrano insormontabili. A parte il debito: sicuramente se verremo eletti sarà il nostro intento prioritario, interverremo sugli sprechi e cercheremo di capirne i motivi dell’origine.

Come vi proponete di operare nel lungo periodo?

Vogliamo ascoltare i cittadini e sentire cosa loro hanno da dire. La priorità va ai problemi quotidiani di chi vive Valgioie, poi cercheremo di sfruttare le abilità imprenditoriali che non mancano alla nostra squadra per valorizzare il turismo, in modo che esso sia davvero un volano per l’economia valgioiese.
Non è possibile che un paese così bello non riesca a far tesoro della vicinanza alla Sacra di San Michele e della sua candidatura all’Unesco. Non è possibile che non riesca a elaborare una progettualità per reinserire in un discorso turistico l’albergo e interessare anche i suoi proprietari. Non è possibile che non faccia proposte semplici e accattivanti: il cinema all’aperto, ad agosto. Un elemento che può interessare i turisti, se inserito in un ragionamento più ampio, e a sua volta un’iniziativa che non può che migliorare con la presenza turistica.

Quindi essere un ‘alieno’ a Valgioie non la spaventa?

Certo che no. In questi tempi di sfiducia verso la politica, noi facciamo la scommessa di puntare su un simbolo e un progetto, quello del Cdu. Nel caso specifico di Valgioie, credo che un Sindaco che la guardi con un occhio diverso, né in meglio né in peggio, dal cittadino non possa che farle bene.

La lista

Noemi Romano in Botto,

Pietro Bonello,

Mauro Carmagnola,

Laura Cristini,

Antonio Ferigo,

Antonio, Grassi

Pasquale Morello,

Augusto Suppo,