Verrà sistemato il cavalcaferrovia dopo Foresto, limiti alla circolazione Le Ferrovie hanno chiesto l’intervento dell’ANAS

Il cavalcaferrovia dopo ForestoIl cavalcaferrovia dopo Foresto

SUSA – Il cavalcaferrovia della statale che si trova dopo Foresto per raggiungere Regione Polveriera e poi San Giuliano sarà ristrutturato e messo in sicurezza. E’ da anni, si parla dell’amministrazione Amprino, che si chiedeva all’Anas, proprietaria della strada, che venisse preso in considerazione il rimaneggiamento del cavalcavia. Adesso, su esposto di un privato cittadino e sull’onda emotiva del ripetuto crollo di viadotti lungo la rete stradale, è stata RFI a sollecitare l’Anas per la ristrutturazione e la messa in sicurezza.

I divieti

Da subito è operativo il divieto di transito ai veicoli con massa superiore a 20 tonnellate lungo la Strada Statale 25 “del Moncenisio”, tra Bussoleno e Susa. Il provvedimento si rende necessario per consentire l’ultimazione della progettazione esecutiva e dell’avvio dei lavori di risanamento del cavalcaferrovia al km 48,400 della statale.  I veicoli eccedenti al limite diretti a Susa dovranno lasciare la statale a Bussoleno e proseguire poi sulla strada provinciale 24 “del Monginevro” e su corso Carlo Alberto Dalla Chiesa e rientrare sulla statale al km 51,900. I veicoli diretti a Torino, eccedenti il limite di peso, dovranno invece lasciare la statale 25 al kilometro 51,900, proseguire su corso Carlo Alberto Dalla Chiesa e sulla strada provinciale 24 “del Monginevro” per poi reimmettersi sulla statale al kilometro 46,100.