Viaggio al centro del Moncenisio, non si passa più Un viaggio fotografico di Ottavio Zetta

(foto Ottavio Zetta)(foto Ottavio Zetta)

FOTOGRAFIE di Ottavio Zetta

Centro 19. Il centro 19 posto alle spalle dell’Ospizio, è costituito da un monoblocco in calcestruzzo spesso alcuni metri per resistere al fuoco dei cannoni di medio calibro. Pur restando immerso nelle gelide acque del lago per diversi mesi all’anno, ha conservato parti del mimetismo originale. L’interno è composto da un camerone con  funzioni di dormitorio e cucina, una nicchia ospitava il gruppo di filtrazione e ventilazione dell’aria, viveri e deposito munizioni. Ai lati opposti due camere di combattimento ospitavano complessivamente tre mitragliatrici. Due rivolte a proteggere il ponte Rosso incrociando il tiro con le armi del Centro 18, una terza mitragliatrice incrociava con il tiro di interdizione proveniente dal sovrastante Centro 20.

L’articolo è un estratto di quanto si può trovare sul libro “MONCENISIO BATTAGLIE E FORTIFICAZIONI” di Mauro Minola e Ottavio Zetta edizioni “Susa Libri”