“Votate il Castello di Adelaide” fra i Luoghi del Cuore del FAI L'Appello è della Città di Susa e delle Istituzioni culturali: "Con i voti potremmo avere preziosi finanziamenti"

Il Cstello di Susa (Foto Susa Turistica)Il Cstello di Susa (Foto Susa Turistica)

SUSA – dopo la conferenza stampa della scorsa settimana è tempo di votare fra i  “I Luoghi del Cuore” del FAI, Fondo Ambiente Italiano il Castello di Adelaide. La raccolta di segnalazioni con la quale il FAI, in collaborazione con Intesa Sanpaolo,  chiede a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori del  Patrimonio storico, artistico e naturalistico nazionale, che gli italiani amano e che vorrebbero proteggere.

Invitiamo i valsusini e coloro che amano e frequentano la nostra Valle a dare un voto al castello di Susa perché, più di altri, rappresenta il nostro territorio” ha chiesto  Marilena Gally, Presidente della Sezione di Valle del FAI insieme al Sindaco Sandro Plano. 

Ma in concreto, come si vota? Vi sono tre modalità mediante le quali ciascuno può segnalare il proprio luogo preferito: on line, sul sito www.iluoghidelcuore.it o sulla app FAI – Fondo Ambiente Italiano oppure ancora compilando le cartoline reperibili negli espositori posizionati presso le “postazioni accoglienza” delle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo o ancora completando gli appositi moduli di raccolta firme che, grazie anche alla collaborazione dell’Ascom segusino, a breve saranno distribuiti presso negozi, alberghi, ristoranti, uffici turistici ecc.

È possibile votare fino al 30 novembre 2016 e possono farlo tutti, italiani e non, maggiorenni e minorenni. Per dare il proprio voto al maniero segusino bisogna indicare “Castello di Susa” (sul sito e sulla app è già presente quindi è sufficiente cercarlo nel menu a tendina).

La “gara” non è solo una questione di orgoglio territoriale: dopo l’annuncio dei risultati definitivi, Il FAI e Intesa Sanpaolo interverranno su alcuni dei luoghi più segnalati, attivandosi per promuovere sul territorio azioni di recupero, tutela e valorizzazione, anche attraverso la possibile erogazione di contributi in denaro. In particolare i primi tre siti maggiormente segnalati riceveranno rispettivamente 50.000, 40.000 e 30.000 euro. Inoltre, sono previsti ulteriori contributi in base a specifici progetti presentati.