Zecche di montagna: una nuova minaccia Incontro informativo per imparare a difendersi

zecca

SALBERTRAND – Venerdì 12 agosto alle ore 21.00 nella sede del Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand, Via Fransuà Fontan 1, si terrà l’incontro tematico “Zecche di montagna: conoscere per difendersi da un nuovo nemico” a cura di Luca Rossi e Laura Tomassone (Dipartimento di Scienze Veterinarie Università degli Studi di Torino).

Durante la serata verranno resi noti i primi risultati dell’indagine sull’espansione geografica di zecche appartenenti al genere Ixodidae con attenzione alla ricerca biomelocolare di agenti di zoonosi trasmessi da zecche nel Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand, realizzata da due tesiste dell’anno accademinco 2015/2016 del corso di laurea triennale di produzione e gestione degli animali in allevamento e selvatici dell’Università degli Studi di Torino condotte da Donatella Pafundi e Chiara Vair. È la prima indagine della presenza di zecche nel Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand e in Alta Valle di Susa sui Comuni di Salbertrand, Exilles e Oulx.

Il progetto è iniziato a maggio 2016 e continuerà fino ad ottobre di quest’anno; il monitoraggio viene effettuato con la periodicità di 15 giorni e vengono anche rilevate temperatura e umidità del suolo e dell’aria nel momento del monitoraggio, le specie erbacee presenti e l’altezza dell’erba. Tutte le zecche presenti vengono raccolte, contate e identificate in laboratorio come stadio di sviluppo (larva, ninfa, adulto) e come specie e tramite analisi molecolari viene ricercato DNA batterico appartenente soprattutto al genere Borreliae, responsabili di numerose malattie dei cani e zoonosi come la Sindrome di Lyme.

Fino a una decina di anni fa non era mai stata rilevata la presenza di zecche del genere Ixodidae nelle nostre zone; la loro comparsa è stata segnalata per la prima volta proprio dal personale dell’Ente Parco e si pensa che le cause siano probabilmente legate ai cambiamenti climatici e all’arrivo di fauna selvatica e domestica proveniente da territori dove le zecche sono già presenti.

Per ulteriori informazioni:

Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte, Ligura e Valle d’Aosta

ZECCHE: quali rischi per la salute e come prevenirli