ZTL nel centro storico: il commento di CambiAMO Giaveno Cappuccio: "Non vi è stato un incontro con le categorie interessate."

Alessandro Cappuccio, Consigliere di "CambiAMO Giaveno"Alessandro Cappuccio, Consigliere di "CambiAMO Giaveno"

GIAVENO – E’ stato approvato lunedì 31 luglio, in sede di Consiglio Comunale, il regolamento per la ZTL, la zona a traffico limitato nel centro storico cittadino. L’area sarà chiusa al transito dei veicoli secondo l’orario attualmente vigente. Saranno sei i varchi di accesso al centro storico, dotati di impianti di videocontrollo che andranno a sostituire le transenne utilizzate finora. Tutti coloro che risiedono, lavorano o frequentano abitualmente il centro storico potranno accedere all’area interessata dotandosi di appositi permessi o pass, che secondo quanto specificato dal Comune saranno gratuiti per residenti,  commercianti e proprietari di autorimesse.

Il voto contrario di CambiAMO Giaveno

In merito al punto risulta contrario il consigliere di opposizione Alessandro Cappuccio del gruppo CambiAMO Giaveno, che lamenta il mancato coinvolgimento delle categorie interessate dal provvedimento: “Per quanto riguarda la ZTL , abbiamo votato contro: non si può, a nostro avviso, attuare una misura così dispendiosa (circa 143 mila euro) senza prima aver attuato incontri con commercianti e residenti della zona interessata e soprattutto senza uno studio di settore. Per noi la via sperimentale della chiusura del centro storico per un anno non può ritenersi “incontro”, come dichiarato da Carbone: incontrarsi significa sedersi ad un tavolo di lavoro, con gli interessati e valutare le varie possibilità.”